Il Trentino Alto Adige

Gruppo del Catinaccio Passo lavazze’

Il Trentino Alto Adige è una regione autonoma  dell’Italia Settentrionale a Statuto Speciale, confina con Veneto, Austria e Svizzera ed è una terra nota prevalentemente per le sue meravigliose montagne, è ricca di passi, valli, fiumi,  laghi e castelli.Questo scenario racchiude una straordinaria varietà di paesaggi: maestose vette, boschi, ampie vallate, corsi d’acqua, laghi, un incantevole gioco di luci tra le guglie delle Dolomiti ( patrimonio dell’Umanità UNESCO) , i caratteristici paesini dai campanili svettanti e le mille sfumature di una natura autentica e incontaminata. 
Un vasto comprensorio sciistico con centinaia di chilometri di piste pone la regione all’avanguardia nel turismo invernale: Madonna di Campiglio,CanazeiMoenaSan Martino di Castrozza sono alcune tra le mete più rinomate, frequentatissime sia d’inverno che d’estate per una vacanza all’insegna della natura, dello sport e del divertimento.
Affascinante terra di passaggio e punto di incontro tra il mondo latino e quello nordico, il Trentino Alto Adige custodisce anche un notevole patrimonio culturale: testimonianze preistoriche, incantevoli castelli, santuari e città di rilievo storico e artistico. Innumerevoli i siti da visitare come  i castelli tra cui il Castel Tirolo, il Castel Roncolo, Castel d’Appiano, CastelBeseno, che offrono atmosfere da fiaba e panorami incantevoli.Numerosi percorsi enogastronomici conducono verso i vigneti del famoso pinot nero, nell’area di produzione di spumanti e vini bianchi e in altre zone, alla scoperta delle specialità locali: speck, castagne, formaggi, funghi, gulash, krapfen, canerderli, ecc.
La strada della mela in Val di Non rivela uno spettacolo unico di colori e odori: è il regno delle mele conosciute in tutto il mondo, dalla golden delicious alla renetta.
Terra ricca di folclore, il Trentino Alto Adige presenta un calendario ricco di eventi: dai caratteristici mercatini di Natale  di Bolzano e di Merano ( citta’ delle terme), alle feste folcloristiche, alle innumerevoli sagre dedicate al vino, castagne, funghi e agli altri prelibati prodotti locali.Le province sono Trento e Bolzano.

Pensando a tutte le  buonissime ricette del Trentino Alto Adige (che conosco fin troppo bene), sono seriamente in difficoltà nello sceglierne un paio…. alla fine ho scelto due piatti molto molto conosciuti e volendo anche facili da riproporre.  Il buonissimo e dolcissimo Strauben e per il salato uno dei piatti tipici lo Spiegeleier.

Tranquilli vi spiego subito di cosa si tratta ma sicuramente dalle foto avrete già capito.

Allora amici mettete il grembiule e andiamo a pasticciare.

 Lo Spiegeleier, letteralmente “uova allo specchio”, anche se si intendono le uova al tegamino con speck o uovo all’occhio di bue con speck. Il piatto completo si chiama, in tedesco, Spiegeleier mit Speck und Bratkartoffeln e io lo adoro !E’ un piatto unico e sostanzioso  composto da patate saltate in padella con sopra speck e uova. Se amate questi ingredienti non potete  non assaggiare questo piatto tipico Tirolese.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg   patate non farinose
  • 8          uova
  • 12 fette speck lunghe e sottili
  • 1 cipollo gialla
  • 15 gr   burro ( se serve)
  • olio EVO, erba cipollina, sale e pepe  qb.

Procedimento:

Per prima cosa tagliate le patate a pezzi e rosticciatele in padella con un po di olio.

  1. Una volta che le patate sono pronte, adagiate le fette lunghe di speck in una padella antiaderente calda. Aprite sopra le uova, salate e pepate, coprite con un coperchio e proseguite la cottura per qualche minuto a fuoco moderato. In pratica preparate le uova al tegamino sopra allo speck.
  2. Sotto allo speck non metto grassi, perchè il grasso dello speck si scioglie in cottura ed è sufficiente. Se le fette di speck fossero troppo magre, potete mettere una noce di burro o un filo di olio. 
  3. Una volta pronte, impiattate mettendo prima le patate arrostite e sopra le uova con speck. Cospargete con dell’erba cipollina tritata finemente e servite.Le vostra Uova speck e patate sono pronte !     
Strauben 

Le  Strauben sono frittelle dolci tipiche tirolesi ; hanno forma di chiocciola e sono composte da un impasto di farina, uova, latte, zucchero, burro e un aromatico bicchierino di grappa. Le strauben (il termine tedesco straub significa tortuoso come la forma che il dolce assume durante la frittura) vengono di solito preparate nelle feste di piazza o durante le sagre di paese e vengono chiamate anche stràboli, stràuli, o fortaie. Dopo la frittura che originariamente avveniva nel grasso, le strauben vengono cosparse di abbondante zucchero a velo e generalmente accompagnate con della marmellata di mirtilli rossi, ma anche con panna montata o frutta cotta.I

Ingredienti: 200 gr   farina    250 ml  latte intero          3  uova               25 ml    grappa           50 gr     zucchero         25 gr     burro                  1   pizzico sale grosso     olio x friggere    zucchero a velo ( ZAV)                     1cucchiaio confettura di mirtilli ( per ogni strauben).


Procedimento: 

Versate il latte in una ciotola, quindi aggiungete la farina setacciata e il sale mescolando con una frusta per amalgamare gli ingredienti. Aggiungete al composto il burro fuso, il bicchierino di grappa(circa 25 ml) e i 3 tuorli (tenete gli albumi da parte),  continuando a mescolare. Montate gli albumi a neve e, continuando a sbattere, aggiungete lo zucchero; versate gli albumi montati a neve nel composto di farina e uova e amalgamateli delicatamente con una spatola o mestolo di legno, in modo da incorporare aria e non smontarli.Mettete dell’abbondante olio (o dello strutto se preferite) in un padella del diametro di cm 25 che porrete sul fuoco; l’olio deve essere ben caldo ma non tropo bollente (non deve superare i 170°), in modo che la pastella possa dorarsi ma non scurirsi immediatamente (a tale scopo immergete un piccolo quantitativo di impasto nell’olio per testare il giusto grado di calore). Prendete un imbuto, tappate il foro con un cartoncino  o con il dito indice e quindi versate al suo interno un mestolo circa di pastella.Posizionatevi sopra la padella e togliete il dito (o il cartoncino) dall’imbuto per fare fuoriuscire la pastella   che dovrete far colare nella padella in senso circolare cominciando dall’esterno e continuando verso il centro come a formare una chiocciola. Non appena il dolce avrà assunto un colore dorato , afferratelo con due schiumarole e giratelo per dorare l’altro lato. A doratura avvenuta, sempre con l’aiuto delle schiumarole, togliete la strauben dall’olio, fatela sgocciolare e ponetela a perdere l’olio in eccesso su di più fogli di carta assorbente da cucina. Trasferite la strauben su di un piatto da portata, cospargetela con dello zucchero a velo e ponete al centro del dolce un cucchiaio di  marmellata di mirtilli rossi e/o panna montata. Servite immediatamente.

Vi assicuro vale ogni singola caloria!!!!! Se vi è piaciuto quello che avete letto condividete con i vostri amici e grazie sempre!!!!!

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Eleonora ha detto:

    Strauben siii! Con tanta tanta confettura di frutti di bosco ….li adoro ! Grazie!

    Piace a 1 persona

  2. MC's Kitchen ha detto:

    Siamo felici che ti piacciono aspettiamo una foto nella pagina di fb 😘😘😘

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...